Mi è stato dedicato il capitolo “Ingannare il computer” nella Tesi di Laurea in Storia dell’Arte Contemporanea e Moderna dell’Università Federico II di Napoli: “La Computer Art”, Relatore Prof.ssa M. A. Picone, Candidata A. Farinaro (Anno Accademico 1999/2000).

La mia opera Regioni caotiche 3 (1999) appare come copertina del libro di Fulvio Sorge:
“Passioni e Farmaci”, nella collana “Teoria e Oggetti della filosofia”, ed. Liguori, Napoli – 2000

Mie opere sono presenti in collezioni pubbliche e private. Tra le principali ricordiamo:

L’opera Sistema dissipativo 1 (2000) appartiene alla collezione d’arte della Pinacoteca Comunale “Massimo Stanzione”  (n° 53) di Sant’Arpino (CE);
L’opera La foresta pietrificata (2002) appartiene alla collezione d’arte del MIM – Museum In Motion di S.Pietro in Cerro (PC);
L’opera Paesaggio (2004) appartiene alla collezione dei Musei Civici di Albano Laziale (Roma);
L’opera Contaminazione (2006) appartiene alla collezione del museo PAN – Palazzo delle Arti di Napoli;
L’opera L’urlo (2008) appartiene alla collezione del CAM – Museo Internazionale di Arte Contemporanea (n° 608) della Città di Casoria (NA).

Sono presente nei libri di Rosario Pinto:
“La pittura napoletana”, ed. Liguori, Napoli – 1999
“Pittura al femminile in Campania nel secondo cinquantennio del ‘900”, ed. Il Ponte – 1999
Sono presente nel libro di Francesco Gallo Mazzeo e Pasquale Lettieri:
“L’occasione critica”, ed. Iemme, Napoli – 2012
Mi è stato dedicato un capitolo del libro di Stefano Taccone:
“La cooperazione dell’arte – La pratica artistica verso la vita in area campana” ed. IOD Napoli – 2020

Nel 2021 la Dantebus edizioni ha selezionato e pubblicato tre mie favole originali nella collana di racconti in vendita Vele vol. 4: la casa editrice ha anche dedicato un video youtube a una mia poesia inedita e uno spazio nel blog delle sue interviste d’autore, oltre a una pagina personale e una app con miei scritti e opere.

Nel 2022 la rivista Orizzonti Culturali mi ha dedicato una pagina e la rivista Arte & Società una pagina e una video intervista a cura di Maurizio Vitiello, con una conversazione a cura di Ivan Guidone.